pubblicità

pubblicità

Pharmercure logo
Donna medico e paziente

Salute

La salute è quanto di più prezioso possiedi. In questa sezione vogliamo offrirti informazioni di natura medico/farmaceutica, con la massima cura delle fonti e un linguaggio semplice.

Vene varicose alle gambe: sintomi, cause e trattamenti efficaci

pubblicità

pubblicità

Le vene varicose non spariscono da sole, ma possono essere gestite per ridurre i sintomi, migliorare l’aspetto estetico e prevenire complicazioni. Scopri i trattamenti disponibili dopo una diagnosi appropriata.

Le vene varicose, o varici, sono una patologia del sistema circolatorio caratterizzata da vasi sanguigni superficiali dilatati, spesso visibili negli arti inferiori. Con il tempo, e in assenza di uno stile di vita corretto, possono causare sintomi fastidiosi e degenerare in insufficienza venosa cronica. Esteticamente, si presentano con un aspetto in rilievo sulla pelle e una colorazione blu-violacea. La gestione delle vene varicose comprende la prevenzione e trattamenti farmacologici e/o chirurgici. Approfondiamo cause, sintomi e trattamenti di questa condizione.

Che cosa sono le vene varicose?

Le vene varicose sono vene superficiali dilatate e tortuose, visibili soprattutto negli arti inferiori. Le vene contengono valvole unidirezionali che impediscono al sangue di rifluire. Quando queste valvole si indeboliscono o si danneggiano, il sangue ristagna nelle vene, causando dilatazione e torsione. Le vene varicose si manifestano più comunemente nelle gambe e nei piedi a causa della maggiore pressione dovuta alla posizione eretta e al camminare.

Sintomi delle vene varicose

I sintomi delle vene varicose possono variare da lievi a gravi e sono generalmente suddivisi in iniziali e avanzati. I sintomi iniziali sono dovuti principalmente all'aumento della pressione venosa e alla stasi del sangue nelle vene dilatate, mentre i sintomi avanzati derivano da un ulteriore peggioramento della circolazione venosa e dall'infiammazione locale. Vediamo quali sono:

  • Iniziali: sensazione di pesantezza alle gambe, crampi notturni, formicolio, prurito, dolore lungo il decorso delle vene e gonfiore.
  • Avanzati: macchie brune sulla pelle, eczema, aree arrossate e dolenti, tromboflebite superficiale, ulcerazioni e sanguinamento spontaneo.

Cause e fattori di rischio

Le vene varicose si formano a causa dell'incapacità delle valvole venose di funzionare correttamente, permettendo al sangue di ristagnare e dilatare le vene stesse.

I principali fattori di rischio sono:

  • Familiarità: la presenza di parenti di primo grado con varici aumenta il rischio, suggerendo una componente genetica.
  • Postura: stare in piedi per lunghi periodi aumenta la pressione nelle vene delle gambe.
  • Sesso: le donne sono più predisposte a causa degli ormoni femminili che rilassano le pareti venose.
  • Obesità: il peso in eccesso aumenta la pressione sulle vene delle gambe.
  • Gravidanza: durante la gravidanza, l'aumento del volume sanguigno e le variazioni ormonali possono indebolire le pareti venose e danneggiare le valvole.

Trattamenti efficaci per le vene varicose

La gestione delle vene varicose prevede:

  • Prevenzione: adottare uno stile di vita sano, mantenere il peso ideale, praticare esercizio fisico regolare, evitare di rimanere in piedi per lunghi periodi e indossare calze a compressione graduata. Tenere le gambe sollevate aiuta a favorire il ritorno venoso.
  • Trattamenti farmacologici: i farmaci flebotonici a base di Diosmina e Oxerutina, in grado di migliorare la tonicità della parete venosa. Inoltre, integratori a base di erbe come Rusco, Vite rossa, Ippocastano e Centella asiatica possono essere utili per migliorare il flusso sanguigno e ridurre l'infiammazione nelle vene.
  • Pomate, creme e gel: L'applicazione di questi prodotti può aiutare a ridurre l'infiammazione e migliorare il tono venoso. Prodotti a base di eparina, estratti di ippocastano, arnica, calendula e vitamina K sono spesso utilizzati per le loro proprietà benefiche sul sistema venoso.
  • Calze elastiche: le calze a compressione graduata rallentano l'evoluzione della malattia e migliorano il flusso sanguigno.

Per i casi più gravi sono disponibili diverse opzioni chirurgiche:

  • Ablazione endovascolare con laser o radiofrequenza: il calore viene utilizzato per chiudere le vene varicose.
  • Microflebectomia: lvene varicose vengono rimosse attraverso piccole incisioni.
  • Scleroterapia: per chiudere le vene varicose viene iniettata una soluzione chimica sclerosante come il sodio tetradecilsolfato o il polidocanolo.
  • Safenectomia con stripping: rimozione della vena safena in casi complessi, in cui la vena safena risulta dilatata in modo significativo.

Quando preoccuparsi?

È importante rivolgersi a un medico se si notano sintomi come dolore persistente, gonfiore grave, cambiamenti nel colore della pelle o ulcerazioni che non guariscono. Questi potrebbero essere segnali di complicazioni più serie come l'insufficienza venosa cronica o la tromboflebite.

La diagnosi viene effettuata tramite una visita specialistica e un esame ecocolordoppler per valutare il flusso sanguigno nelle vene e identificare eventuali anomalie. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo possono prevenire il peggioramento dei sintomi delle vene varicose e ridurre il rischio di complicazioni.

Fonti:

pubblicità

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pubblicità

pubblicità

Articoli in primo piano

L’importanza dell’uso consapevole di antibiotici

In occasione della Settimana Mondiale sull’uso consapevole degli antibiotici abbiamo intervistato la professoressa Evelina Tacconelli, coordinatrice del  gruppo di lavoro CTS AIFA-OPERA per l’ottimizzazione della prescrizione antibiotica. Fondamentale promuovere una corretta assunzione e prescrizione di questi farmaci, per contrastare lo sviluppo di ceppi resistenti.

shutterstock_1439151143
Farmaci introvabili: perché mancano alcuni prodotti?

Molteplici fattori possono influenzare la disponibilità dei farmaci a livello nazionale. Per questo l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) pubblica periodicamente un elenco aggiornato dei farmaci mancanti. Fondamentale il ruolo di medici e farmacisti per informare e orientare i pazienti verso possibili soluzioni alternative.

Corriere Pharmercure pronto per la consegna
Pharmercure e la salute a domicilio: l'approccio vincente oltre la pandemia

Una startup, Pharmercure, e il suo servizio, la consegna di farmaci a domicilio: un binomio che ha saputo sfidare Covid-19, e vincere

logo Pharmercure
Fattorino che consegna

Con Pharmercure puoi ricevere tutti i prodotti della tua farmacia, dove e quando vuoi. Clicca qui sotto e scopri di più.