pubblicità

pubblicità

Pharmercure logo

Animali

Gli animali arricchiscono la nostra vita con amore e compagnia. Scopri informazioni utili e consigli pratici per il benessere dei tuoi amici speciali, pensati per te e per le loro esigenze.

Giornata mondiale del cane: perché gli animali fanno bene alla salute?

giornata mondiale del cane

pubblicità

pubblicità

Gli italiani, si sa, tengono molto alla famiglia, e nella famiglia rientrano a pieno titolo anche gli animali domestici. Una casa su due accoglie un amico a due o a quattro zampe, percentuale che aumenta per i single (54%) e per i divorziati o separati (68%).

In queste casistiche, relative al 2019 ed elaborate dal Censis, rientrano animali da compagnia di ogni tipo: uccelli, tartarughe, conigli, gatti e cani. Proprio i cani occupano, il terzo posto nella classifica degli animali domestici più diffusi in Italia, con ben 7 milioni di cuccioli adottati ufficialmente dalle famiglie.

Il 26 agosto ricorre la giornata mondiale del cane e vogliamo ripercorrere tutti i benefici che comporta l’adottare e il prendersi cura di un cagnolino, sia per la salute mentale che per quella fisica.

Cani: un aiuto contro la depressione

La presenza di un cane in casa e l’obbligo di prendersi cura di lui, con una responsabilità verso un altro essere vivente esterno a sé stessi, costituisce un ottimo aiuto per contrastare il cattivo umore, le patologie legate all’ansia e la depressione.

I cani hanno infatti l’innata capacità di capire le esigenze del proprio “compagno” umano e di trasmettere forza ed energia, stimolando il buonumore

Non solo: doversi prendere cura del cagnolino per dargli da mangiare, farlo passeggiare o pettinarlo, è uno stimolo quotidiano che segna dei ritmi precisi durante la giornata, aiutando anche le persone che vivono uno stato di malessere a trovare uno scopo utile e preciso.

I cani sono inoltre un’ottima fonte di socializzazione: chi, durante le passeggiate, non si è ritrovato a scambiare due chiacchiere con il proprietario di un altro cane? 

Ancor meglio, le attività sportive per i cani, come l’agility, l’obedience o altri, possono supportare la relazione tra cane e proprietario e dare a quest’ultimo un obiettivo, un compito da eseguire che lo aiuta a venir fuori da uno stato di stasi emotiva.

I cani in casa aiutano a prevenire le allergie

Da uno studio condotto dall’università di Detroit è diventata evidente la relazione tra l’insorgenza di allergie ambientali, soprattutto nei più piccoli, e la presenza di cani in casa. 

I bambini cresciuti a contatto con i cani hanno un sistema immunitario più forte e sono meno soggetti a sviluppare allergie stagionali e influenze stagionali.
A supporto di questa tesi, un secondo studio dell’università di San Francisco ha evidenziato ancora di più la connessione tra animali in casa e riduzione delle patologie a carico del sistema respiratorio, come asma, tosse e rinite. 

Il motivo pare risiedere in alcune sostanze presenti sulla pelle e sul pelo dell’animale domestico, che proteggono gli umani, soprattutto i bambini, dalla possibilità di contrarre virus respiratori.

Attività sportiva con i cani, per il cuore e per il controllo del peso

Camminare mezzora al giorno a passo svelto è ciò che raccomandano i medici per tenersi in forma quando non si ha tempo, o voglia, di andare in palestra.

Quale migliore occasione di approfittare delle passeggiate con il cagnolino in giro per il quartiere? Considerando che in media ogni cane viene portato fuori tre volte al giorno, queste passeggiate possono occupare un’ora e mezza piena quotidianamente di attività fisica.

Un toccasana per il conteggio dei passi giornaliero e per l’attività circolatoria, dato che il cuore e la tonicità delle vene traggono un beneficio importante proprio dallo svolgimento dell’attività fisica.

Cani e bambini: per crescere bene

La relazione tra i bambini e gli animali domestici è sempre un punto critico da discutere, soprattutto per le famiglie che non hanno mai avuto cani in casa prima dell’arrivo del primo figlio. 

Oltre ai benefici fisici già elencati prima, la presenza di un animale in casa aiuta il bambino nel suo percorso di crescita e di relazione verso il mondo esterno in diversi modi: 

  • trova conforto e consolazione nel rapporto con il suo cagnolino;
  • sviluppa un corretto senso di responsabilità verso la vita di un altro essere vivente;
  • impara a rispettare gli animali e le loro necessità;
  • migliora la sua capacità di lettura, per quei bambini che leggono le favole ai propri animali domestici prima di dormire; 
  • migliora la concezione dello spazio e del movimento;
  • sopportano meglio le situazioni stressanti in presenza del loro migliore amico, proprio il cagnolino che resta sempre vicino, fin quando diventano grandi.

Se scegliete di prendere un animale domestico, è bene valutare tutte le responsabilità e i doveri nei suoi confronti, oltre ai benefici che potreste trarre personalmente. 

Gli animali non hanno solo bisogno di cibo e coccole; devono essere valutati bene secondo le necessità personali del loro carattere, avere uno sfogo fisico quotidiano in termini di corsa, passeggiate o attività mentali. Le spese veterinarie e medicinali sono da mettere in conto, specialmente nei primi e negli ultimi anni di età.

A fronte di tutto questo, però, si ha una certezza incontestabile: i cani migliorano la vita in casa, e lo fanno per tutta la famiglia, senza davvero chiedere nulla in cambio se non di essere trattati come membri della famiglia stessa.

pubblicità

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pubblicità

pubblicità

Articoli in primo piano

L’importanza dell’uso consapevole di antibiotici

In occasione della Settimana Mondiale sull’uso consapevole degli antibiotici abbiamo intervistato la professoressa Evelina Tacconelli, coordinatrice del  gruppo di lavoro CTS AIFA-OPERA per l’ottimizzazione della prescrizione antibiotica. Fondamentale promuovere una corretta assunzione e prescrizione di questi farmaci, per contrastare lo sviluppo di ceppi resistenti.

shutterstock_1439151143
Farmaci introvabili: perché mancano alcuni prodotti?

Molteplici fattori possono influenzare la disponibilità dei farmaci a livello nazionale. Per questo l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) pubblica periodicamente un elenco aggiornato dei farmaci mancanti. Fondamentale il ruolo di medici e farmacisti per informare e orientare i pazienti verso possibili soluzioni alternative.

Corriere Pharmercure pronto per la consegna
Pharmercure e la salute a domicilio: l'approccio vincente oltre la pandemia

Una startup, Pharmercure, e il suo servizio, la consegna di farmaci a domicilio: un binomio che ha saputo sfidare Covid-19, e vincere

logo Pharmercure
Fattorino che consegna

Con Pharmercure puoi ricevere tutti i prodotti della tua farmacia, dove e quando vuoi. Clicca qui sotto e scopri di più.