pubblicità

pubblicità

Pharmercure logo
Donna medico e paziente

Salute

La salute è quanto di più prezioso possiedi. In questa sezione vogliamo offrirti informazioni di natura medico/farmaceutica, con la massima cura delle fonti e un linguaggio semplice.

Farmaci per la pressione alta in estate: come gestire l'ipertensione

shutterstock_2165636393

pubblicità

pubblicità

In estate si può sospendere la pillola della pressione? Si può assumere a giorni alterni? Scopri come gestire correttamente la terapia per l'ipertensione e leggi tutti i consigli su come affrontare il caldo, riconoscere i sintomi della pressione bassa e mantenere la pressione arteriosa sotto controllo.

L'estate porta con sé temperature elevate e umidità, condizioni che possono avere un impatto significativo sulla pressione arteriosa. Questi cambiamenti possono complicare il trattamento per chi soffre di ipertensione arteriosa, rendendo necessaria una gestione accurata della terapia farmacologica. È importante non apportare modifiche alla terapia autonomamente, ma farlo sempre sotto controllo medico, poiché la risposta del corpo può variare in base al tipo di farmaco assunto. Solo il medico o il cardiologo possono apportare modifiche ai dosaggi in modo sicuro ed efficace, prevenendo complicazioni e mantenendo la pressione arteriosa sotto controllo durante i mesi estivi.

Perché il caldo incide sulla pressione arteriosa?

Le alte temperature estive hanno un effetto vasodilatatore sull'organismo, causando una diminuzione dei valori pressori. Per questo motivo, le persone con ipertensione o altri disturbi cardiovascolari devono prestare molta attenzione in estate, poiché il cuore deve lavorare più intensamente per disperdere il calore corporeo. Inoltre, l'aumento della sudorazione può portare a una significativa perdita di sali minerali, come sodio, potassio e magnesio, elementi essenziali per mantenere la pressione arteriosa stabile.

Effetti del caldo sulla pressione sanguigna

Il caldo può portare a una vasodilatazione, riducendo le resistenze vascolari periferiche e diminuendo il volume del sangue in circolazione a causa della sudorazione e della perdita di liquidi. Questo può causare sintomi fastidiosi come spossatezza, nausea, vertigini e, nei casi più gravi, collassi che sono legati all'abbassamento della pressione.

Calo della pressione: sintomi della pressione bassa

Durante l'estate, il rischio di soffrire di pressione bassa, detta anche ipotensione, è decisamente maggiore. Tuttavia, anche chi assume farmaci per la pressione alta, come diuretici, beta-bloccanti e ACE-inibitori, deve essere particolarmente attento, poiché questi medicinali possono aumentare il rischio di ipotensione. La disidratazione, comune durante l'estate, può peggiorare gli effetti di questi farmaci, causando un abbassamento pericoloso della pressione arteriosa.

Ecco alcuni dei principali farmaci utilizzati e i loro effetti:

  • Diuretici (es. Furosemide, Idroclorotiazide): aumentano l'eliminazione dei liquidi dal corpo, il che può portare a una diminuzione del volume sanguigno e, quindi, a un calo della pressione. Durante l'estate, la sudorazione eccessiva può amplificare questo effetto.
  • Beta-bloccanti (es. Metoprololo, Atenololo): riducono la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa, ma possono esacerbare i sintomi di ipotensione indotti dal caldo.
  • ACE-inibitori (es. Ramipril, Enalapril): rilassano i vasi sanguigni e abbassano la pressione, ma durante l'estate, in combinazione con la vasodilatazione indotta dal caldo, possono causare un abbassamento eccessivo della pressione arteriosa.

Adattamento della terapia farmacologica

Il caldo può richiedere un adattamento delle terapie antipertensive, ma solo un medico o un cardiologo possono valutare la necessità di modificare la dose di questi farmaci durante l'estate. Sospendere la pillola della pressione, dividere la pastiglia o assumere la terapia a giorni alterni sono cambiamenti che possono essere effettuati solo sotto la supervisione medica. Infatti, la sospensione o la riduzione del trattamento farmacologico durante i mesi estivi può aumentare il rischio di urgenze ipertensive e danni acuti agli organi, quindi è indispensabile seguire esclusivamente le indicazioni del medico.

Consigli per gestire l'ipertensione in estate

  • Consultare il medico: valutare sempre con il proprio medico se è necessario modificare la dose dei farmaci assunti durante l'estate.
  • Monitoraggio regolare: misurare regolarmente la pressione arteriosa per individuare tempestivamente eventuali problemi.
  • Idratazione: bere molta acqua per prevenire la disidratazione, che può peggiorare gli effetti dei farmaci antipertensivi.
  • Alimentazione: preferire frutta e verdura ricche di acqua e potassio, ridurre l'assunzione di sale e consumare pesce piuttosto che carne rossa.
  • Attività fisica: non rinunciare all'attività fisica, importante per la salute cardiovascolare, ma scegliere le ore meno calde della giornata per allenarsi durante l'estate.

L'immagine mostra una persona che misura la pressione sanguigna utilizzando un misuratore di pressione digitale automatico. Il braccio del paziente è appoggiato su un tavolo, e un professionista sanitario sta premendo il pulsante sul dispositivo. Sul tavolo ci sono diversi oggetti, tra cui uno stetoscopio, una penna, un blocco note e una confezione di compresse.
Misurazione della pressione sanguigna

Gestire l'ipertensione durante l'estate richiede attenzione e precauzioni specifiche. Seguire una dieta equilibrata, mantenersi idratati, praticare attività fisica con cautela e consultare regolarmente il medico per il monitoraggio della terapia sono passaggi indispensabili li per mantenere la pressione arteriosa sotto controllo e godersi l'estate in sicurezza.

Fonti

  1. Williams B, Mancia G, Spiering W, et al. "2018 ESC/ESH Guidelines for the management of arterial hypertension," European Heart Journal, 2018; 39(33): 3021-3104.
  2. Padilha et al., "The role of dietary electrolytes in blood pressure regulation during hot weather," Nutritional Journal, 2021.
  3. Barbosa ECD, Farina GS, Basso CS, Camafort M, Coca A, Nadruz W. Seasonal variation in blood pressure: what is still missing? Front Cardiovasc Med. 2023 Aug 11;10:1233325. doi: 10.3389/fcvm.2023.1233325. PMID: 37663410; PMCID: PMC10469506.

pubblicità

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pubblicità

pubblicità

Articoli in primo piano

L’importanza dell’uso consapevole di antibiotici

In occasione della Settimana Mondiale sull’uso consapevole degli antibiotici abbiamo intervistato la professoressa Evelina Tacconelli, coordinatrice del  gruppo di lavoro CTS AIFA-OPERA per l’ottimizzazione della prescrizione antibiotica. Fondamentale promuovere una corretta assunzione e prescrizione di questi farmaci, per contrastare lo sviluppo di ceppi resistenti.

shutterstock_1439151143
Farmaci introvabili: perché mancano alcuni prodotti?

Molteplici fattori possono influenzare la disponibilità dei farmaci a livello nazionale. Per questo l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) pubblica periodicamente un elenco aggiornato dei farmaci mancanti. Fondamentale il ruolo di medici e farmacisti per informare e orientare i pazienti verso possibili soluzioni alternative.

Corriere Pharmercure pronto per la consegna
Pharmercure e la salute a domicilio: l'approccio vincente oltre la pandemia

Una startup, Pharmercure, e il suo servizio, la consegna di farmaci a domicilio: un binomio che ha saputo sfidare Covid-19, e vincere

logo Pharmercure
Fattorino che consegna

Con Pharmercure puoi ricevere tutti i prodotti della tua farmacia, dove e quando vuoi. Clicca qui sotto e scopri di più.