pubblicità

pubblicità

Pharmercure logo
Donna medico e paziente

Salute

La salute è quanto di più prezioso possiedi. In questa sezione vogliamo offrirti informazioni di natura medico/farmaceutica, con la massima cura delle fonti e un linguaggio semplice.

Farmaci per il diabete usati per dimagrire: l'esperto fa chiarezza

shutterstock_2418022283

pubblicità

pubblicità

Negli ultimi mesi, alcuni farmaci utilizzati principalmente per il trattamento del diabete di tipo 2 hanno suscitato un notevole interesse per il loro potenziale effetto dimagrante. Vista l'incertezza sul loro corretto utilizzo, abbiamo deciso di fare chiarezza consultando la Professoressa Maria Ida Maiorino, esperta della Società Italiana di Diabetologia (SID).

L'uso di alcuni farmaci originariamente sviluppati per il diabete, come Ozempic, Rybelsus e Victoza, è diventato un tema centrale nel trattamento dell'obesità. Tuttavia questi farmaci non possono essere utilizzati indiscriminatamente per il diabete di tipo 2 e per la perdita di peso, ma richiedono un’accurata valutazione indicazioni terapeutiche previste, nonché una prescrizione medica adeguata.

Per esplorare l'uso di questi farmaci, detti agonisti del GLP-1, abbiamo intervistato Maria Ida Maiorino, Professore Associato di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo presso l'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e membro del consiglio direttivo della Società Italiana di Diabetologia (SID). 

Professoressa Maria Ida Maiorino, membro del consiglio direttivo della Società Italiana di Diabetologia (SID). 
Professoressa Maria Ida Maiorino

Che cosa sono i farmaci agonisti del GLP-1 e come funzionano nel corpo umano?

Gli agonisti del GLP-1 (glucagon-like peptide-1) sono farmaci che mimano l'azione delle incretine, ossia ormoni rilasciati dall'intestino per aumentare la secrezione di insulina in risposta al picco glicemico che si produce dopo un pasto. Questi farmaci agiscono principalmente sul pancreas, ma hanno anche effetti positivi su altri organi, come cuore, vasi sanguigni, reni, sistema nervoso centrale e muscolatura liscia gastrointestinale.

Perché c'è un crescente interesse verso il trattamento dell'obesità con questi farmaci?

L’uso degli agonisti del GLP-1 è associato alla perdita di peso grazie alla loro capacità di modulare l’attività dei centri nervosi che regolano l’assunzione di cibo. Nello specifico, essi riducono il senso di fame, portando chi li assume a limitare l’alimentazione. In particolare, la liraglutide e la semaglutide iniettiva sono state testate come farmaci anti-obesità che hanno sortito effetti benefici in termini di sicurezza ed efficacia nella cura dell’eccesso ponderale. Per tali motivi, la liraglutide è stata approvata come farmaco anti-obesità con il nome commerciale di Saxenda ad un dosaggio di 3 mg al giorno. Molto presto, a partire da luglio di quest’anno, anche la semaglutide iniettiva potrà essere usata nell’obesità per produrre calo ponderale. Il nuovo farmaco si chiama Wegovy e sarà somministrato con un dosaggio di 2,4 mg una volta a settimana.

Qual è il regime di dispensazione degli agonisti del GLP-1 in Italia? È necessaria una ricetta medica?

Il regime di dispensazione degli agonisti del GLP-1 come farmaco anti-diabete è subordinato all’emissione di un piano terapeutico dedicato da parte dello specialista afferente al centro prescrittore o del medico di medicina generale. Questo piano terapeutico è necessario per la rimborsabilità di tali farmaci a carico del Sistema Sanitario Nazionale (SSN). La prescrizione di Saxenda, ad oggi unico farmaco appartenente agli agonisti del GLP-1 autorizzato per l’obesità, può avvenire su ricetta semplice a cura di tutti i medici-chirurghi qualificati per il trattamento dell’obesità, inclusi i medici di medicina generale e gli specialisti. Tuttavia Saxenda, come gli altri farmaci approvati o prossimi alla commercializzazione per l’uso nell’obesità in Italia, non è attualmente rimborsato dal SSN, sebbene l'obesità sia stata riconosciuta come malattia cronica.

Come possono i pazienti accedere a questi trattamenti in modo efficace e sicuro?

La prescrizione degli agonisti del GLP-1 nel diabete tipo 2 è a cura dello specialista diabetologo, di altri specialisti del SSN o del medico di medicina generale, sulla base del rispetto delle indicazioni della scheda tecnica della molecola scelta, che riporta anche le controindicazioni e le precauzioni di impiego, e della Nota 100 di AIFA. Quest’ultima stabilisce i criteri di rimborsabilità del Sistema Sanitario Nazionale e fornisce indicazioni preferenziali di utilizzo tra agonisti GLP-1 e altre due classi di farmaci per il diabete tipo 2 (SGLT-2 inibitori e DPP-4 inibitori) sulla base delle caratteristiche del paziente, in particolare in presenza di malattia cardiovascolare e malattia renale cronica.

La prescrizione di Saxenda, invece, può essere considerata, dopo attenta valutazione da parte del medico prescrittore, per la cura dell’obesità e del sovrappeso (BMI >27 kg/m2) con associate complicanze legate al peso (pre-diabete o diabete di tipo 2, ipertensione, dislipidemia o apnea ostruttiva nel sonno), in aggiunta a una dieta ipocalorica e all’aumento dell’attività fisica per la gestione del peso.

Prescrizione di un piano terapeutico per il trattamento del diabete di tipo 2.
Prescrizione di un piano terapeutico per il trattamento del diabete di tipo 2.

Il trattamento con questi farmaci deve avvenire sotto supervisione medica a causa dei possibili effetti collaterali. Quali sono i principali effetti collaterali associati all'uso degli agonisti del GLP-1?

Gli effetti collaterali più comunemente associati agli agonisti del GLP-1 sono di tipo gastrointestinale, legati alla capacità di questi farmaci di rallentare la motilità di stomaco e intestino. Pertanto, chi assume tali farmaci potrebbe andare incontro a nausea, diarrea, costipazione e vomito. La maggior parte di questi eventi avversi, che si manifestano nel 50-60% dei casi, si presenta all’inizio della terapia e ogni volta in cui si aumenta il dosaggio del farmaco; tuttavia, generalmente, i sintomi diminuiscono di intensità nelle settimane successive.

Con l'aumento della richiesta, come è stata gestita la carenza di questi farmaci negli ultimi mesi?

A gennaio di quest’anno, una nota informativa di AIFA diretta agli operatori sanitari ha riportato la previsione di carenze intermittenti di Ozempic, a base di semaglutide, per tutto il 2024 e di Victoza, a base di liraglutide, fino al secondo trimestre del 2024, a causa di un progressivo aumento della domanda complessiva di tali farmaci combinato con limitazioni della capacità produttiva. Con l'elevata richiesta di questi farmaci, si è resa necessaria una limitazione delle nuove prescrizioni, almeno fino al miglioramento delle nuove forniture, per garantire la continuità terapeutica ai pazienti già in trattamento con le scorte di farmaco disponibili. La mancata disponibilità del farmaco per i pazienti in trattamento potrebbe non costituire un rischio, poiché è possibile passare in sicurezza, in base al giudizio del clinico, ad un altro farmaco della classe degli agonisti del GLP-1 o ad altro farmaco alternativo idoneo.

Quali sono le sfide e le prospettive future di questi farmaci per il diabete?

Lo sviluppo degli agonisti del GLP-1 per il diabete di tipo 2 e l'obesità ha dimostrato benefici cardio-renali in pazienti selezionati e ad alto rischio. Oggi, la scelta di questa classe di farmaci per il diabete tipo 2 deve tener conto dei limiti del sistema produttivo e distributivo. Questi limiti sono spesso evidenziati dall’aumento delle prescrizioni, eseguite anche off-label, cioè per usi non approvati ufficialmente, in pazienti non diabetici che cercano di perdere peso.

Il medico ha un ruolo centrale nella valutazione di soluzioni efficaci per la cura dei pazienti. Deve rispettare le indicazioni terapeutiche e la Nota AIFA 100, scegliendo tra le formulazioni degli agonisti del GLP-1 più accessibili e maggiormente gradite ai pazienti, sia in forma orale che iniettiva settimanale.

Breve guida per i lettori

I farmaci agonisti del GLP-1 hanno dimostrato un notevole potenziale nel trattamento del diabete di tipo 2 e dell’obesità. Tuttavia il loro utilizzo deve essere attentamente valutato e prescritto da medici qualificati, rispettando le indicazioni previste e gestendo eventuali effetti collaterali.

Per aiutare i lettori, ecco una guida alle indicazioni terapeutiche e alla dispensazione dei farmaci agonisti del GLP-1.

Nome commercialePrincipio attivoFormulazioneIndicazioni terapeuticheDocumentazione per la dispensazioneDispensazioneRimborsabilità
SaxendaLiraglutideIniezione giornalieraObesitàPrescrizione medica sempliceMedici qualificati per la cura dell’obesità (inclusi MMG)Non rimborsato dal SSN
OzempicSemaglutideIniezione settimanaleDiabete di tipo 2Piano terapeutico specialisticoSpecialisti del SSN e MMG
(come da Nota 100)
Rimborsato con piano terapeutico
VictozaLiraglutideIniezione giornalieraDiabete di tipo 2Piano terapeutico specialisticoSpecialisti del SSN e MMG
(come da Nota 100)
Rimborsato con piano terapeutico
RybelsusSemaglutideCompresse oraliDiabete di tipo 2Piano terapeutico specialisticoSpecialisti del SSN e MMG
(come da Nota 100)
Rimborsato con piano terapeutico
WegovySemaglutideIniezione settimanaleObesitàPrescrizione medica sempliceMedici qualificati per la cura dell’obesità (inclusi MMG)Non rimborsato dal SSN

pubblicità

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pubblicità

pubblicità

Articoli in primo piano

L’importanza dell’uso consapevole di antibiotici

In occasione della Settimana Mondiale sull’uso consapevole degli antibiotici abbiamo intervistato la professoressa Evelina Tacconelli, coordinatrice del  gruppo di lavoro CTS AIFA-OPERA per l’ottimizzazione della prescrizione antibiotica. Fondamentale promuovere una corretta assunzione e prescrizione di questi farmaci, per contrastare lo sviluppo di ceppi resistenti.

shutterstock_1439151143
Farmaci introvabili: perché mancano alcuni prodotti?

Molteplici fattori possono influenzare la disponibilità dei farmaci a livello nazionale. Per questo l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) pubblica periodicamente un elenco aggiornato dei farmaci mancanti. Fondamentale il ruolo di medici e farmacisti per informare e orientare i pazienti verso possibili soluzioni alternative.

Corriere Pharmercure pronto per la consegna
Pharmercure e la salute a domicilio: l'approccio vincente oltre la pandemia

Una startup, Pharmercure, e il suo servizio, la consegna di farmaci a domicilio: un binomio che ha saputo sfidare Covid-19, e vincere

logo Pharmercure
Fattorino che consegna

Con Pharmercure puoi ricevere tutti i prodotti della tua farmacia, dove e quando vuoi. Clicca qui sotto e scopri di più.