pubblicità

pubblicità

Pharmercure logo
Donna medico e paziente

Salute

La salute è quanto di più prezioso possiedi. In questa sezione vogliamo offrirti informazioni di natura medico/farmaceutica, con la massima cura delle fonti e un linguaggio semplice.

Effetti collaterali dei corticosteroidi: aumento di peso e gonfiore

shutterstock_2152049603

pubblicità

pubblicità

I farmaci corticosteroidi possono causare aumento di peso e ritenzione idrica durante la terapia. Tuttavia, con un'attenta supervisione medica e adeguate modifiche dello stile di vita, è possibile ridurre questi effetti collaterali.

I corticosteroidi sono ormoni prodotti dalla corteccia delle ghiandole surrenali e vengono utilizzati anche come farmaci per la gestione di diverse condizioni mediche. Tuttavia l'uso prolungato dei farmaci corticosteroidi può causare effetti collaterali significativi, tra cui l'aumento di peso e il gonfiore. Quali sono i meccanismi alla base dell'aumento di peso indotto dai corticosteroidi e come è possibile gestirlo? Questo articolo esplora sia i meccanismi che le strategie di gestione per affrontare questi effetti collaterali.

Che cosa sono i corticosteroidi e a cosa servono?

I corticosteroidi sono una classe di ormoni steroidei che includono glucocorticoidi e mineralcorticoidi. I glucocorticoidi, come il cortisolo, sono principalmente coinvolti nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi, oltre a modulare la risposta immunitaria. I mineralcorticoidi, come l'aldosterone, regolano l'equilibrio elettrolitico e idrico. Il cortisolo, spesso chiamato l'ormone dello stress, aumenta i livelli di zucchero nel sangue e mobilita le riserve energetiche.

Questi farmaci, comunemente detti anche cortisonici, sono utilizzati per trattare diverse condizioni, tra cui:

  • Malattie infiammatorie (es. artrite reumatoide, malattia di Crohn)
  • Allergie gravi
  • Malattie autoimmuni (es. lupus, sclerosi multipla)
  • Asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)
  • Prevenzione del rigetto nei trapianti d'organo

Perché i corticosteroidi possono causare aumento di peso?

L'aumento di peso indotto dai corticosteroidi è causato da una combinazione di fattori che comprendono:

  • Stimolazione dell'appetito: i corticosteroidi influenzano i centri della fame nel cervello, portando a un aumento del consumo di cibo. Questo effetto è mediato dall'interazione dei corticosteroidi con i recettori glucocorticoidi nell'ipotalamo.
  • Cambiamenti metabolici: i corticosteroidi promuovono la gluconeogenesi, aumentando i livelli di zucchero nel sangue e potenzialmente portando a resistenza all'insulina e accumulo di grasso. Inoltre, riducono la sensibilità dei tessuti periferici all'insulina, contribuendo ulteriormente all'aumento di peso.
  • Ridistribuzione del grasso: l'uso prolungato di corticosteroidi può causare l'accumulo di grasso in specifiche aree come il viso (faccia a luna piena), il collo (gobba di bufalo) e l'addome. Questo fenomeno è noto come lipodistrofia e può avere un impatto significativo sull'aspetto fisico del paziente.
  • Ritenzione idrica: questi farmaci causano la ritenzione di sodio e acqua, contribuendo all'aumento di peso e al gonfiore. La ritenzione idrica è particolarmente evidente con l'uso di dosi elevate di corticosteroidi.
  • Resistenza all'insulina: aumentando i livelli di zucchero nel sangue, i corticosteroidi possono rendere il corpo meno sensibile all'insulina, portando a un ulteriore aumento di peso. Questo effetto è particolarmente preoccupante nei pazienti con preesistente diabete o sindrome metabolica.

L'assunzione orale e iniettiva di corticosteroidi è generalmente associata a un maggiore aumento di peso rispetto alle modalità topiche o inalatorie, poiché il farmaco ha un'azione sistemica ampia.

Assunzione di corticosteroidi in paziente con aumento di peso durante la terapia.
Assunzione di corticosteroidi in paziente con sindrome metabolica.

Fattori di rischio per l'aumento di peso con i corticosteroidi

Diversi fattori aumentano il rischio di aumento di peso con la terapia corticosteroidea:

  • Dosaggio e durata: dosi più alte e trattamenti più lunghi aumentano significativamente il rischio. I pazienti che assumono dosi elevate per periodi prolungati sono particolarmente a rischio.
  • Età e genere: gli individui più giovani e le donne sono più inclini all'aumento di peso. Le donne tendono a sviluppare più frequentemente la faccia a luna piena e la gobba di bufalo.
  • Condizioni preesistenti: condizioni come il diabete e la sindrome metabolica possono esacerbare l'aumento di peso. I pazienti con queste condizioni devono essere monitorati attentamente durante la terapia con corticosteroidi.
  • Fattori di stile di vita: una dieta povera e la mancanza di attività fisica possono aggravare gli effetti dei corticosteroidi. È essenziale adottare uno stile di vita sano per mitigare questi effetti collaterali.

Strategie per gestire l'aumento di peso indotto dai corticosteroidi

Le strategie più efficaci per gestire l'aumento di peso indotto dai corticosteroidi includono:

  • Modifiche dietetiche: monitorare e ridurre l'apporto calorico per adattarsi al dispendio energetico. Incorporare alimenti a basso indice glicemico per stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue e garantire una dieta ricca di proteine, grassi sani e fibre per mantenere il metabolismo attivo e gestire il peso corporeo.
  • Attività fisica: partecipare a regolari attività fisiche per aumentare il metabolismo e gestire il peso. L'esercizio aerobico e l'allenamento di resistenza sono particolarmente utili, insieme all'allenamento di forza per mantenere la massa muscolare e migliorare il tasso metabolico.
  • Consulto medico: consultare il proprio medico di base o lo specialista può essere utile per regolare i dosaggi dei corticosteroidi. Ridurre gradualmente la dose può aiutare a minimizzare gli effetti collaterali.

Sebbene i corticosteroidi siano essenziali per il trattamento di molte condizioni cliniche e patologiche, i loro effetti collaterali, come l'aumento di peso e il gonfiore, possono essere difficili da gestire. Per questo motivo, comprendere i meccanismi alla base di questi effetti e adottare adeguate modifiche dietetiche e dello stile di vita può contribuire a mitigare l'impatto sulla qualità della vita durante la terapia. Con una supervisione medica attenta, è possibile gestire efficacemente questi effetti collaterali, continuando a beneficiare delle proprietà terapeutiche dei corticosteroidi senza interrompere terapia.

Fonti

pubblicità

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pubblicità

pubblicità

Articoli in primo piano

L’importanza dell’uso consapevole di antibiotici

In occasione della Settimana Mondiale sull’uso consapevole degli antibiotici abbiamo intervistato la professoressa Evelina Tacconelli, coordinatrice del  gruppo di lavoro CTS AIFA-OPERA per l’ottimizzazione della prescrizione antibiotica. Fondamentale promuovere una corretta assunzione e prescrizione di questi farmaci, per contrastare lo sviluppo di ceppi resistenti.

shutterstock_1439151143
Farmaci introvabili: perché mancano alcuni prodotti?

Molteplici fattori possono influenzare la disponibilità dei farmaci a livello nazionale. Per questo l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) pubblica periodicamente un elenco aggiornato dei farmaci mancanti. Fondamentale il ruolo di medici e farmacisti per informare e orientare i pazienti verso possibili soluzioni alternative.

Corriere Pharmercure pronto per la consegna
Pharmercure e la salute a domicilio: l'approccio vincente oltre la pandemia

Una startup, Pharmercure, e il suo servizio, la consegna di farmaci a domicilio: un binomio che ha saputo sfidare Covid-19, e vincere

logo Pharmercure
Fattorino che consegna

Con Pharmercure puoi ricevere tutti i prodotti della tua farmacia, dove e quando vuoi. Clicca qui sotto e scopri di più.